Caricamento Eventi

PERLASCA – IL CORAGGIO DI DIRE NO

martedì 23 gennaio ore 21.00
Riva del Garda – Sala Garda – Palazzo Congressi
perlascailcoraggiodidireno

Una produzione Teatro de Gli Incamminati e Teatro di Roma - Teatro Nazionale in collaborazione con Overlord Teatro e col patrocinio della Fondazione Giorgio Perlasca

scritto e interpretato da Alessandro Albertin
a cura di Michela Ottolini
foto Domenico Smeraro

Budapest, 1943. Giorgio Perlasca, un commerciante di carni italiano, è ricercato dalle SS, colpevole di non aver aderito alla Repubblica di Salò. Per loro è un traditore e deve pagare. In una tasca della sua giacca c’è una lettera firmata dal generale spagnolo Francisco Franco che lo invita, in caso di bisogno, a presentarsi presso una qualunque ambasciata spagnola. In pochi minuti diventa Jorge Perlasca e si mette al servizio dell’ambasciatore Sanz Briz per salvare dalla deportazione quanti più ebrei possibile. Quando Sanz Briz è costretto a lasciare Budapest, Perlasca assume il ruolo di ambasciatore di Spagna. In soli 45 giorni, sfruttando straordinarie doti diplomatiche e un coraggio da eroe, evita la morte ad almeno 5.200 persone. A guerra conclusa torna in Italia e continua la sua vita di sempre, senza parlare con nessuno della sua vicenda; vive nell’ombra fino al 1988, quando viene rintracciato da una coppia di ebrei ungheresi che gli devono la vita…
Può apparire ancora commovente ai nostri occhi, eppure, questa storia vera continuerà ad apparirci impossibile. Nessun riflettore si è mai acceso su di lui, né lui ha mai pensato di essere un eroe. Nella società dello spettacolo questo è difficile da credere. Ancora oggi, la sua vicenda è ignota ai più. La ragione di tutto questo non sta nel suo atto eroico, ma nel modo in cui lui l’ha sempre inteso: come un gesto della vita quotidiana. Perlasca si è sempre considerato un uomo normale, che ha compiuto ciò che qualunque uomo normale avrebbe compiuto. Come Padre Kolbe e come tanti altri a noi ancora sconosciuti. Ma forse proprio qui sta il punto. Cosa significa essere normali? Basta, in fondo, un istante di sincerità per renderci conto che proprio questa – cioè essere uomini normali – è la più grande delle imprese, il più eroico tra tutti gli atti. Ciò che ci rende eccezionali non è altro che questo: essere quello che siamo.
Perciò Giorgio Perlasca è un emblema universale, e la sua vicenda va conosciuta e trasmessa alle generazioni più giovani, affinché l’ansia del successo non prevalga sulla ricerca del solo, vero successo, la conoscenza di sé: quella cosa che, più è salda in ciascuno di noi, e meno sente la necessità di essere esibita.

Su questi valori e su queste preoccupazioni il Teatro de Gli Incamminati e il Teatro di Roma hanno deciso la coproduzione di questo spettacolo, che non solo commemora un vero eroe dell’epoca moderna ma incarna il significato più profondo del Teatro che è, fin dalle sue origini, quello di aiutare i cittadini a riflettere, attraverso la poesia, sul nesso profondo che lega l’apparente banalità della nostra vita quotidiana con i grandi temi che guidano il corso della Storia.

Luca Doninelli

Informazioni

Dettagli

Data:
martedì 23 gennaio
Ora:
21.00 - 23.55
Categorie Evento:
, , , , , ,

Luogo

Riva del Garda – Sala Garda – Palazzo Congressi
Parco Lido, 1
Riva del Garda, TN 38066 Italia
Telefono:
0464 570139
Sito web:
rivadelgardacongressi.it